Ancora sul veltronismo, purtroppo

martire.jpg

Siamo costretti a tornare su Veltroni-Capiscioni e sul veltronismo, che avevamo definito come l’altra faccia del berlusconismo. Abbiamo trovato l’interfaccia: la Signora Veronica Lario, moglie del Cavaliere Silvio Berlusconi.Per l’autocandidato leader del PD e futuro premier la Signora è una grande risorsa politica, può dare molto al futuro partito. Noi non possiamo dare nulla; Franco, Gisella, Emilio, Luca, Davide, Marina, Ernesto, Claudia, non possono dare nessun contributo, non sono risorse. Costoro lavorano e non vivono in castelli di cristallo dorato ove dall’alto delle loro torri, ogni tanto, vengono pronunciate frasi di femminismo alto-secessionista o boutades zen e new-age, o tipo Chance il giardiniere, del famoso film “Oltre il giardino”; effetti di superficie che piacciono tanto al Capiscione- Zelig. Costoro ci danno sotto ogni giorno e non saranno mai risorse. Qui, non si fa sentire nessuno.

One Response to “Ancora sul veltronismo, purtroppo”

  1. Roberto Santi scrive:

    Caro Antonio, sono anch’io d’accordo che Veltroni sia costruendo l’ennesimo partito di plastica. Non ti preoccupare io sto lavorando a creare la piazza politica dove Franco, Gisella, Emilio, Luca, Davide, Marina, Ernesto, Claudia potranno dare il loro contributo. Non sarà un “partito”, ma un “gruppo di lavoro per l’Italia che cambia”. Giovedì 11 ottobre, alle ore 18:30 saremo in piazza Mazzini 88 a Roma nello studio del Notaio Antonio Matella. Se vuoi ci vediamo lì. Se ti va ci incontreremo subito dopo.
    Hai già avuto la bozza dello Statuto. Se altri lo desiderano, invialo tu.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.